Giovani & Imprese. I profili professionali più ricercati

La pubblicazione dello scorso Bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior sulle entrate programmate dalle imprese italiane ad ottobre, realizzato da Unioncamere in collaborazione con l'Agenzia nazionale per le politiche attive per il lavoro (Anpal) ha messo in evidenza anche i dati sull'andamento di Garanzia Giovani secondo cui otto iscritti su dieci sono stati presi in carico dai vari Centri per l'Impiego territoriali e circa la metà di chi ha concluso una misura è occupato con diverse tipologie contrattuali.

Anche se tra tutte le entrate programmate dalle imprese nel mese di ottobre quasi 124mila (il 36,5% del totale) sono riservate agli under 30, per circa un terzo di queste posizioni (29%) le aziende non riescono a reperire le figure professionali necessarie.

In generale, i profili più richiesti nel mese di Ottobre sono quelli riferibili all'ambito delle attività ricettive, della ristorazione e nel commercio.
Per quanto riguarda i giovani fino a 29 anni la difficoltà di reperimento è per le specifiche aree:

  • specialisti in scienze informatiche, fisiche e chimiche (64%),
  • operai specializzati nelle industrie del legno e della carta (57%)
  • operai specializzati e conduttori di impianti nelle industrie tessili, abbigliamento e calzature (56%)
  • operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche (49%)
  • tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione (49%)
  • progettisti, ingegneri e professioni assimilate (47%)
  • operatori della cura estetica (45%)
  • operai nelle attività metalmeccaniche richiesti in altri settori (42%)
  • operai specializzati e conduttori di impianti nell'industria alimentare (41%).

Quanto ai settori di attività maggiormente alla ricerca di giovani, il rapporto segnala i servizi di alloggio, ristorazione e turistici, le industrie della carta e della stampa, quelle chimico-farmaceutiche, della plastica e della gomma e i servizi finanziari e assicurativi.

Per quanto riguarda la Regione Basilicata gli occupati entrati nel mondo del lavoro nel mese diOttobre 2017 hanno stipulato un contratto a tempo indeterminato per il 25% dei casi e per il 49% a tempo determinato, in linea con i dati nazionali.
I contratti attivati sono stati, complessivamente, 2.800 con una previsione per i mesi di Ottobre Dicembre di 7.020 unità.

Informazioni specifiche sui dati

Visualizza le altre notizie