G7 del Lavoro, Poletti: “Governare il cambiamento per assicurare una giusta transizione”

Il G7 del lavoro e dell'occupazione si è svolto a Torino con la presenza anche delle parti sociali italiane e internazionali ed è stato presieduto dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti.

I sette grandi si sono confrontati sulle strategie da adottare per affrontare i problemi del lavoro nei paesi più industrializzati e governare il cambiamento con l'obiettivo di assicurare una giusta transizione verso il miglioramento delle condizioni di vita dei lavoratori e la crescita dell'economia.

"Questo G7 ha al centro l'idea di una giusta transizione e del buon governo dell'innovazione nella direzione del miglioramento delle condizioni di vita delle persone – ha detto il Ministro al termine dell'incontro con le Parti sociali - il cambiamento e l'innovazione vanno governati e c'è bisogno che questo tipo di impegno si risolva nella collaborazione tra i Governi, gli Stati, le Istituzioni e le organizzazioni dei lavoratori e degli imprenditori, perché questo cambiamento è così profondo, così radicale che non c'è nessuno che possa pensare di affrontarlo da solo".

Nel documento finale le parti hanno concordato sulla necessità di "promuovere i benefici dell'innovazione tra i gruppi sociali particolarmente esposti alla perdita di un impiego e a coloro che affrontano ostacoli nell'accesso a nuove opportunità di lavoro, inclusi i lavoratori meno qualificati, i lavoratori maturi e le persone con disabilità". Accordo anche sugli obiettivi importanti per lo sviluppo delle competenze adeguate al mondo produttivo e per lo sviluppo di politiche efficaci a sostegno della transizione scuola-lavoro e della conciliazione tra vita professionale e familiare. 

Visualizza le altre notizie